FEDRAH

o della spietà dell'amore

Liberamente tratto dagli scritti di Sarah Kane                                                   

Uno spettacolo di Piccola Compagnia della Magnolia

NUOVA CREAZIONE 2021

 

 

Elaborazione drammaturgica e regia Michele Di Mauro

Con Davide Giglio + Giorgia Cerruti

+ attrice da definirsi (con laboratorio/audizione a fine agosto LINKI)

 

Light & Visual Concept Lucio Diana

Sound design Guglielmo Diana

Responsabile di produzione Angelo Pastore

 

DEBUTTO AUTUNNO 2021

Realizzata in coproduzione con Gli Scarti/La Spezia,

con il sostegno di Tap / Torino Arti Performative

 

Perché Fedra oggi? Perché il nostro sembra un mondo refrattario al Sentimento, e quindi alla vita stessa, al futuro che verrà. Nella verità inattaccabile del Desiderio di Fedra è invece contenuta un’oggettività euforizzante, eccitante. Attraversare le innumerevoli riscritture di Fedra vuol forse dire “provare a farsi carico” del cuore emotivo del Mondo: se non ci fosse Lei, tutto potrebbe continuare nella propria indefinitezza, aspettando la fine di tutto.  Proveremo a compiere un viaggio tecnico-sentimentale dentro questo mito, spostandolo dalla reggia alla città, nel cuore della polis, di fronte a noi, cittadini e belve di oggi.

 

Con questo nuovo lavoro “rovistiamo” ancora e nuovamente tra i miti classici, provando ad affacciarci a qualcosa di contemporaneo  - gli scritti di Sarah Kane - come trampolino (o precipizio) per tornare là. Quando inizia e quando finisce un classico? E cosa lo definisce? Il desiderio è quello di fare il punto delle numerose riscritture, per giungere ad una rielaborazione “nostra”.

 

Compiamo questo viaggio con l’artista Michele Di Mauro, operaio della scena, collega ed amico, con cui da circa quindici anni costruiamo occasioni per osservarci (scenicamente) al microscopio, nel desiderio di innalzare la consapevolezza del nostro mestiere. Oggi decidiamo di compiere un azzardo, passando dalla zona pre-creativa alla zona creativa: concepiremo una creatura che si chiamerà FEDRAH, che avrà il cuore nella tragedia classica e l’H in nome della Kane. Giorgia Cerruti

 

IMG-20210701-WA0004.jpg